Le piante e la loro importanza
Perché le piante sono ossigeno per il pianeta

Delle piante, sappiamo che rilasciano l’ossigeno, l’elemento vitale per la nostra vita. Odoriamo i loro profumi, vediamo i loro fiori colorati e gustiamo i loro frutti. Le usiamo per ornare le nostre case, i nostri balconi, i giardini o le strade delle nostre città.

Ma le piante e la loro importanza è veramente percepita dagli umani?

Con l’aiuto di questo articolo cercheremo di capire il mondo delle piante e perché sono così importanti per noi.

L’importanza delle piante per la vita:


Senza la presenza di questi organismi la terra come la vediamo non esisterebbe, sono state loro per prime a colonizzare il nostro pianeta, sono gli organismi più preziosi, senza l’uomo la Terra esisterebbe ugualmente, senza le piante no!

Gli alberi sono dei veri e propri laboratori chimici, che non hanno nulla da invidiare ai laboratori biochimici costruiti dagli umani. Con le trasformazioni chimiche interne gli alberi producono ossigeno e grazie a loro è nata la vita organica nel nostro pianeta. Gli umani studiano il funzionamento di questi organismi per carpirne i segreti, spesso si vedono i risultati dei processi biochimici ma non si riesce ancora capire quali meccanismi all’interno delle piante generino tali fenomeni.

La fotosintesi e l’ossigeno:


La fotosintesi clorofilliana che alimenta le piante produce come scarto l’ossigeno che alimenta la vita degli animali e dell’uomo sulla Terra. Non riusciamo a riprodurre tale meccanismo quindi non possiamo fare altro che proteggere gli alberi e tenendo delle piante sui balconi, nei giardini e in casa diamo un contributo alla produzione dell’ossigeno.

L’importanza della luce per le piante:


La pianta ha bisogno della luce per attivare il processo di fotosintesi, che trasforma l’acqua con i composti minerali in essa contenuti e l’anidride carbonica in sostanze utili per la vita della pianta stessa, liberando ossigeno. Più anidride carbonica viene assorbita dalla pianta più ossigeno viene liberato e più legno viene prodotto nel quale sono immagazzinate le riserve alimentari.

Tonnellate di legno nuovo in un bosco significano tonnellate eliminate di anidride carbonica con l’immissione nell’aria di tonnellate di ossigeno. Un albero rilascia ossigeno per il bisogno di due uomini, questo fa capire la necessità di proteggere le piante e della necessità di impiantarle di nuove.
Le foglie che assorbono energia dal sole possono produrla per un certo tempo anche con il cielo coperto e nuvoloso, raggiungendo l’efficienza maggiore con temperature intorno ai 30°C, a temperature sempre più alte la fotosintesi si riduce azzerandosi, per proteggere la pianta dalla possibile disidratazione.

Le foglie sono come dei pannelli solari, che migliorano l’efficienza e l’assorbimento rispetto alla posizione che assumono e alla loro età (più sono giovani e più sono efficienti). L’assorbimento dell’anidride carbonica dipende dalla quantità di foglie presenti nella pianta, quindi le piante non devono essere piantate troppo vicine altrimenti si fanno ombra una con l’altra riducendo la produzione delle sostanze nutritive e di conseguenza di rami con la produzione di nuove foglie.

Vuoi Informazioni?
Clicca per chiamare adesso
+39057820044
oppure invia adesso la tua richiesta.
info@cartaincarta.it